ASSOCIAZIONE POLIZIOTTI ITALIANI in ricordo di quel giorno.
12 aprile 1973 – 14:27


Il giovedì nero che sconvolse Milano Poliziotto ucciso da una granata

Milano 12 aprile 1973 – 14:27

Quel 12 aprile il tempo era grigio e carico di pioggia. Ma non furono le nuvole ad oscurare il cielo su Milano. Neppure il temporale che si annunciava, ma un solo boato, accompagnato da una nube bianca di fumo levata sopra l’asfalto tra via Felice Bellotti e via Kramer. Cinque agenti della seconda compagnia del Terzo reparto celere finirono a terra, investiti dall’esplosione. Uno non si rialzò. L’agente Antonio Marino, 22 anni da Puccianiello in provincia di Caserta, venne investito da una scarica di schegge e dai «46 grammi circa di esplosivo» di una bomba a mano Srcm mod 35. L’esplosione frantumò la cravatta, la catenina d’oro, il copricanna in legno del moschetto 91 e scagliò a distanza l’accendino che il poliziotto aveva nella giubba. Sul torace – scrisse il medico legale – «uno squarcio ad andamento circolare irregolare misurato in centimetri 30». Quel giorno era il 12 aprile 1973. Era un giovedì. Il giovedì nero di Milano.

Un pensiero su “In memoria di Antonio Marino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *